Doctoral thesis

"Media in China" : la storia e i modelli di produzione e diffusione dell’animazione in Cina

    23.02.2015

340 p.

Thèse de doctorat: Università della Svizzera italiana, 2015

English Italian During the last decade China has experienced a moment of great commercial expansion into international markets. In this context of constant growth there are also the creative industries and in particular the animation sector that has significantly evolved over the years. The Chinese animation industry is able to produce contents for both the domestic and abroad market for job orders coming from Japanese, American and European big companies. Today China has become the first producer of animation in the world because it considers this industry as one of its most important productive sectors and thus it has promoted policy actions supporting both training schools for employees of the sector and the world production and distribution. According to many scholars, the government implements these policies to secure not only economic but also cultural benefits. In fact it encourages the ideological education of young people in order to strengthen their national identity (Qing 2006, Tan 2006, Lu Bin 2013). This research starts from the beginning of the Chinese animation industry until the current situation which marks its major presence in foreign markets. The aim of this work is to identify the main variables and the contradictions that characterize the current state of the Chinese animation as well as the problems related to the domestic and international market and the relationship between domestic and imported products. Durante l'ultimo decennio la Cina ha vissuto un momento di grande espansione commerciale nei mercati internazionali. In questo contesto di costante crescita si inseriscono anche le industrie creative e in particolare il settore dell’animazione che ha subito una profonda evoluzione col passare degli anni. Il settore dell’animazione cinese riesce a produrre dei contenuti destinati sia al mercato interno sia estero su commessa dei grandi produttori giapponesi, americani ed europei. Oggi la Cina è diventata il primo produttore al mondo di animazione perché considera questo tipo di industria come uno dei suoi più importanti settori produttivi e perciò ha promosso delle azioni politiche volte a sostenere le scuole di formazione per gli addetti al settore e il mondo della produzione e distribuzione. Secondo molti studiosi il governo attua queste politiche per garantirsi non solo profitti economici ma anche culturali. Di fatto incentiva la formazione ideologica dei giovani al fine di rafforzare la propria identità nazionale (Qing 2006, Tan 2006, Lu Bin 2013). Il presente lavoro di ricerca parte dalle origini dell’industria dell’animazione cinese per arrivare alla situazione attuale che vede la sua importante presenza nei mercati esteri. L’obiettivo della tesi è quello di individuare le variabili principali e le contraddizioni che caratterizzano la situazione attuale dell’animazione cinese nonché i problemi relativi al mercato interno e internazionale e al rapporto tra i prodotti nazionali e prodotti di importazione.
Language
  • Italian
Classification
Information, communication and media sciences
Notes
  • Magna cum laude
License
License undefined
Identifiers
Persistent URL
https://susi.usi.ch/usi/documents/318509
Statistics

Document views: 41 File downloads:
  • 2015COM010.pdf: 19